Lavoro domestico: le ispezioni nelle famiglie

I dati sulle verifiche dell'Ispettorato del Lavoro

Il lavoro irregolare è presente in misura significativa nel settore del lavoro domestico. L’attività lavorativa resa nell’ambiente familiare si presta infatti a forme di lavoro nero, anche in ragione della maggiore difficoltà di accertamento degli illeciti attraverso controlli a sorpresa, di più agevole attuazione in altri contesti.

La principale fonte da cui sono ricavati i dati legati agli illeciti del settore, sono gli archivi statistici dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro. La peculiarità di questi archivi è la presentazione delle attività di vigilanza in materia di lavoro e di legislazione sociale, che consente un’interessante analisi dei tassi di irregolarità tra i lavoratori e le aziende, il recupero dei contributi e dei premi evasi, ecc. Viene inoltre elaborata una differenziazione degli illeciti più rilevanti sul posto di lavoro (es. la non adeguata delineazione del rapporto lavorativo, l’infrazione dell’orario di lavoro, le violazioni penali e della sicurezza). Questi dati si riferiscono solo alle ispezioni effettuate e non riflettono i numeri relativi al reale mercato.

Ispezioni nelle famiglie datori di lavoro domestico

Serie storica percentuale illeciti su accertamenti.

Confronto famiglie datori e totale settori.

Serie storica percentuale di lavoratori in nero sul totale di lavoratori coinvolti dalle verifiche ispettive.

Confronto famiglie datori e totale settori.

Serie storica percentuale di lavoratori in ”sotto-inquadramento” sul totale di lavoratori coinvolti dalle verifiche ispettive.

Confronto famiglie datori e totale settori.

Serie storica percentuale di lavoratori in “orario non congruo” sul totale di lavoratori coinvolti dalle verifiche ispettive.

Confronto famiglie datori e totale settori.